Francia, storia e turismo


 


omaggio a Parigi: alla sua arte ed alla sua storia
introduzione ed un pò di foto-qualche nota su Montmartre e gli artisti

 

Un film  del lontano 1951 con noti attori del tempo (Aldo Fabrizi, Marcello Mastroianni, Lucia Bosè, Yves Montand e via continuando) era intitolato "Parigi è sempre Parigi ".

Certamente da quel film sono passati oltre 60 anni e sono cambiate anche moltissime cose nel modo di viaggiare e fare turismo. E magari molti- la prima volta- sono stati nella capitale francese grazie a qualche gita scolastica. Però poi tanta gente non viaggia per niente e quindi- a proposito di Parigi- capita ci siano delle cose che qualche volta fanno parte dell'immaginario collettivo. Semplicemente perchè attengono a certe memorie un pò incerte. Magari per via di film simili a quello citato ovvero ad episodi dell'indimenticabile serie del commissario Maigret . E c'è pure chi si ricorda ancora le puntate in bianco e nero di Belfagor - Il fantasma del Louvre, ambientate -con Jiulette Greco-  in un museo dove -nel 1965- non era stata ancora ideata la famosa piramide.  E poi capita anche che qualcuno arrivi- finalmente- a Parigi pensando un pò ai luoghi ed agli ambienti citati dai due Dumas o da Victor Hugo.

In genere  tutti i turisti che arrivano nella capitale francese per la prima volta fanno sempre gli stessi giri ed un pò di shopping. Moltissimi fanno anche un giretto sulla Senna o vanno alla ricerca di qualche locale più o meno famoso ed alla moda. Le scelte caso mai avvengono in occasione di un secondo viaggio o di una residenza prolungata (ed in tal caso conviene pensare a prenotare degli appartamenti a Parigi).

Musei d'arte


museo d'Orsay

Per visite di approfondimento al museo d'Orsay, a quello del Medioevo (palazzo Cluny), alla Sainte Chapelle, al museo Rodin,  alla collezione Marmottan Monet, al museo dell'Orangerie, al Centro Pompidou e via discorrendo non è infatti sufficiente un rapido week-end. Ma la visita di almeno qualche museo è sicuramente opportuna. E se vi piace l'arte degli impressionisti sarete felici.


le Nozze di Cana, dipinto di Paolo Veronese (foto da wikipedia)
sezione pittori italiani del Louvre (la grande tela fu portata dal Bonaparte)


un celebre quadro impressionista di Claude Monet
esposto nel museo fondato da Paul Marmottan (foto da wikipedia)

Però se tornate al Louvre per una seconda-terza volta magari non pensate troppo alle tante opere italiane che arrivarono in Francia grazie all'impegno del cardinale Mazzarino (quello dei moschettieri di 20 anni dopo, ma abbruzzese di Pescina) ovvero di Napoleone (corso, con avi a San Miniato).

Foto in giro


chiesa di Saint Estauche, foto © Miroslav Hasch-dreamstime
nella chiesa, oltre al notevole monumento per Colbert, anche il quadro di Rubens "Cena di Emmaus "




Places des Vosges ,foto © Steve Gibson Design, fotolia

 


Notre Dame, panorama serale, foto © wam 1975, dreamstime

 


Bastille, foto Mario S.


giardino urbano poco distante dalla torre Eifell, foto © Jason Nemeth-Dreamstime



 


Hotel de la Ville, foto © Melinda Nagy Dreamstime

 

Montmartre e gli artisti

Montmartre divenne un quartiere popolare all'epoca di Napoleone III. Nell'ottocento sono nati in questo quartiere alcuni artisti (esempio Utrillo) ma anche scrittori ed attori.  Qualche tempo dopo moltissimi pittori amarono frequentare Montmartre per le sue caratteristiche e la sua vivacità. Praticamente -anche se in tempi diversi- ci sono passati un pò tutti i grandi nomi (Renoir, Modigliani, Picasso, Van Gogh, Braque ecc.). Alcuni noti dipinti rinviano al periodo più amato di Montmartre. Anticamente vi erano ubicati anche dei mulini (talora rappresentati dai pittori) e qualcuno è rimasto. Nel contesto non possono essere dimenticate le opere di Henri de Toulouse Lautrec che- per un periodo della sua vita- amò frequentare questa zona e quella limitrofa di Pigalle. Vincent van Gogh per un pò di tempo fu ospite del fratello Theo che nel quartiere gestiva una galleria ed aveva una casa in Rue Lepic, non distante dal Moulin de la Galette (già trasformato in ristorante all'epoca delle citate frequentazioni).


Pissarro (1897): rue Montmarte in primavera-foto wiki


Renoir, ballo al Moulin de la Galette (1876 circa)
Il pittore fece anche altri dipinti sull'ambiente del quartiere( giardino Rue Cortot ecc)
Anche Toulose Lautrec ricordò con dei dipinti i balli in questo mulino ed altri locali

Avendo tempo i turisti possono visitare il Museo di Montmartre che è stato creato in quello che- a quanto sembra- era il luogo di incontro di molti artisti. Ma ci sono anche altre interessanti esposizioni (esempio quella che riguarda Salvador Dalì). In vetta ci sono comunque la basilica del Sacro Cuore e la Place du Tertre dove facilmente trovate qualche souvenir di tipo artistico.


la piazzetta degli artisti, Place du Tertre (vecchia foto)


basilica del Sacro Cuore, foto Mario S.

 
Paris et la France: l'art dans tous les lieux

Mont Saint Michel

 deviazione castelli Loira

Nancy , museo arte

Lione, museo arte

 

 

 home