home

turismo Italia nord

TURISMO CULTURALE  NEL VENETO

VERONA, AFFESCHI GOTICI E GIOTTESCHI

fra duecento e trecento

Come anche a Padova, fra la fine del duecento e tutto il trecento, l'arte ebbe a Verona interessanti sviluppi. E sicuramente ad un certo punto in diverse parti del Veneto si avvertirono le influenze di quel Giotto che a Padova aveva realizzato quel bellissimo ciclo di affreschi della Cappella degli Scrovegni.

Nel richiamato periodo temporale diversi importanti affreschi furono eseguiti nelle chiese di San Zeno, San Fermo e Sant'Anastasia ma anche in altri luoghi di culto ed in edifici civili (del ciclo di pitture della reggia di Cansignorio della Scala sono comunque rimasti pochissimi frammenti) .

I frescanti rimasti anonimi sono numerosi, ma furono presenti a Verona artisti come Altichiero da Zevio, Turone, Jacopo Avanzi ed altri. E ad un certo punto fece qualche lavoro a Verona anche Lorenzo Veneziano. Di questo protagonista del gotico internazionale va segnalato in particolare un affresco staccato (Madonna del Rosario) sistemato in una cappella della chiesa di Sant'Anastasia. Sul finire del XIV secolo va infine citato anche il pittore Martino da Verona.


chiesa di San Zeno, affreschi votivi: San Giorgio e la principessa, il battesimo di Cristo ed altri soggetti; foto ap 2011

 

 



chiesa francescana di San Fermo, abside: affreschi del Maestro del Redentore ecc; foto ap 2011

 


San Fermo, foto ingrandibile, intercapedine
cappella di S.Antonio, affreschi 1340-1350

 


San Fermo: pulpito di Antonio da Mestre
ed affreschi coevi (1396, circa)

info, La Tana direzione Mar Nero

San Fermo, chiesa inferiore, alcuni particolari; foto ap 2011

 



chiesa di Santa Anastasia, affresco di Altichiero da Zevio, la Madonna riceve omaggio famiglia Cavalli
fonte wikipedia/Sailko

 

 

pittura del trecento

Crocefissione in San Zeno

Turone, Giudizio Universale

Verona romana

Sanmicheli a Verona

 

 

home