home
Francia: storia ed arte

 

NIZZA, MONTECARLO ED ALTRI LUOGHI

in Costa Azzurra

 

La zona fa parte della regione francese Provenza-Alpi-Costa Azzurra e la città più grande di questa bella riviera è ovviamente Nizza alla quale fa capo anche un agglomerato. Naturalmente, fin dai tempi antichi, il Principato di Monaco è uno stato indipendente (il condottiero Francesco Grimaldi prese la rocca nel lontanissimo 8 gennaio 1297).

Oltre alle diverse celebri località di questa area geografica c'è anche il Parc national de Port Cros che include anche alcune isolette.

Ovviamente gli italiani in vacanza a Nizza e dintorni sono sempre molto numerosi. Ed alcuni di questi vi posseggono anche degli appartamentini, talora nelle periferie dei centri più grandi.

La Costa Azzurra da moltissimo tempo è d'altronde una piacevole meta per soggiorni più o meno lunghi. Ad esempio dopo la Rivoluzione Russa vi si stabilirono numerosi esuli russi (a Nizza c'è anche una chiesa di rito ortodosso dedicata a San Nicola). Pure gli artisti hanno amato/amano questi luoghi e quindi non deve sorprendere se ci sono anche diversi musei d'arte a Nizza ed in altre località. Ha un buon seguito il carnevale di Nizza che ha antiche tradizioni e comunque c'era anche in epoca sabauda. Il primo organizzato comitato della festa risale però al 1873. In seguito si impegnarono nel carnevale nizzardo pure alcuni artisti come ad esempio Gustav Adolf Mossa (1873-1971), autore di numerosi manifesti (affiches ) per la nota ricorrenza.

 


Nizza (costa azzurra), promenade des anglais,foto © AivZ, fotolia
Sulla collina di Cimiez vi sono anche interessanti resti romani
Nel museo Terra Amata vi sono invece reperti più antichi

Nizza, tramonto al mare
la costa di Nizza con le primi luci al tramonto, foto Vittoria B.
Bella costa anche nella vicinissima Villefranche sur Mer ed altre cittadine



stradina della vecchia Nizza, foto Myrabella-wikimedia
Numerosi abitanti parlano il dialetto nizzardo
influenzato spesso dai dialetti del Piemonte e della Liguria
Nizza fu sabauda fino al 1860. Garibaldi vi nacque nel 1807
e fu battezzato nella chiesa di S.te Martin -S.te Augustin.
Vale la pena visitare la chiesa anche per un bel dipinto di Louis Brea.
 

°°


lo storico hotel Negresco in una vecchia foto




foto area nel principato di Monaco-foto visitmonaco
A Monaco molti apprezzano il museo Oceanografico
Nella cattedrale ci sono anche dei bei dipinti del citato Louis Brea.
Ulteriori dipinti dello stesso sono nel convento di Cimiez a Nizza.

 



il Casinò di Montecarlo- foto visitmonaco
il gioco d'azzardo fu consentito nel principato già nel 1854 dal principe Florestano
I lavori per la costruzione dell'edificio e di Montecarlo iniziarono nel 1858 circa
Per molto tempo furono concessionari dei giochi alcuni esponenti della famiglia Blanc

 

Altre località note della Costa Azzurra sono ovviamente Cannes (celebre per il periodo della Belle Epoque ed il festival cinematografico), Antibes (nel castello ci sono diversi quadri di Picasso), Mentone, Saint -Tropez (famosa per frequenze di attori ed artisti), il bel borgo di Saint-Paul-de-Vence ecc..


per celebrare il 35° anniversario del festival di Cannes
nel 1982 si fece riferimento ad un film di Federico Fellini

°°

Però c'è anche la natura. Ed a molti piaceranno sicuramente anche -poco al largo di Cannes e della Croisette- le isole Lerins.  Nell'isola di Saint Honorat c'è anche un monastero le cui tradizioni risalgono al medioevo ed alla presenza di Honorat di Arles già dal IV secolo. L'altra isola principale dell'arcipelago è chiamata Santa Margherita e secondo alcune tradizioni proprio in questa isola potrebbe essere stato recluso un misterioso personaggio con la maschera di ferro. Gli imbarchi per le isolette Lerins sono in genere da Cannes o da Nizza. Le spiagge e le insenature sono spesso bellissime, ma le Lerins riservano altre gradevoli sorprese ai lori visitatori.

Ma la natura non è solo in mare. Ci sono anche delle belle zone interne. Fra i tanti luoghi potrebbe esserci interesse per la c.d. Valle delle Meraviglie (nei pressi di Tenda) dove, oltre a notevoli ambienti naturali del Massiccio del Mercantour, sono visibili moltissime incisioni rupestri.


alcune delle incisioni rupestri. Molte sono dell'età del rame, altre
del periodo del bronzo. Tenda a la valle fino al 1947 erano italiane.
Le prime sistematiche attenzioni alle incisioni risalgono al 1897 circa.
Per gli amanti della preistoria a Nizza c'è il museo Terra Amata

Infine una curiosità: nel medioevo in zona c'era un'importante base (detta Fraxinetum) di pirati islamici. Ci vollero moltissimi anni per debellare queste presenze. Ci sono dubbi sulla localizzazione di Fraxinetum (Frassineto) ma secondo alcuni il luogo corrisponderebbe all'attuale La Garde Freinet, un borgo poco distante da Saint Tropez.

info, La Tana direzione Mar Nero

Insomma si possono fare tanti giri interessanti e magari si può ipotizzare un semplice noleggio auto in Costa Azzurra . Non è sicuramente il caso  di seguire il percorso dell'antica strada romana (Via Julia Augusta ) ma - se capitate nel principato di Monaco- poco all'interno, nel comune francese di La Turbie, potete ammirare il c.d. Trofeo delle Alpi, un notevole monumento costruito in epoca romana in onore dell'imperatore Augusto.

 

 

Francia, luoghi di mare

Frejus, deviazione

archeologia a Nizza e dintorni

°°°

home